Select Page

Settimana piena questa al QQ.
Giovedì e Venerdì due date da tenere rigorosamente d’occhio.
Giovedì 13 Febbraio sul palco del QQ, arrivano da PRATO con il loro “Cantautorato Punk”.

Tutte Le Cose Inutili LIVE

Si presentano così:
“…sono un duo ventitreenne di Prato che urla, abusa di effetti, batte tamburi e suona una decina di accordi, sempre i soliti, sono surrogati di emozioni, le nostre vite incanalate, tutto il tempo che ci danno per esprimerci, ma sottovoce.”

Come sempre.. si parte alle 22.00! :)

_____________________

Intanto per conoscerli meglio
(http://soundcloud.com/tutte-le-cose-inutili)

Il progetto nasce a dicembre 2011 come un progetto solista ed esce alla luce con un album auto prodotto dal carattere cantautorale,
intimo e lo-fi dal titolo mi chiedevi com’era avere ventunanni per un anno nel ventunesimo secolo. Nei mesi successivi escono
altri due ep, prima della registrazione del primo e vero lavoro – e forse ne faccio due – registrato al SupaStudio di Prato e uscito per
l’etichetta indipendente spezzina Toten Schwan rec. il disco esce in free download su bandcamp e sulle altre piattaforme digitali e in
versione fisica, in 200 copie messe sottovuoto in macelleria. Al periodo della registrazione risale anche il primo live e
successivamente l’entrata del batterista Francesco meo Meucci nel progetto.
Il 27 Giugno 2013, in occasione dell’HabanerO Pop Festival (con Benvegnù, Iori’s Eyes e fast Animals And Slow Kids) esce il libro + cd
dal titolo Preghiere Underground per la casa editrice/organizzazione di eventi HabanerO Edizioni.
Il racconto “Come Quando” vince la menzione d’ onore al MIPENSI 2013 organizzato da Rockit e viene pubblicato sul mag del festival.
Il 29 novembre uscirà la compilation Viscere prodotta da Stop Records, dove parteciperanno con il brano Muro insieme ad altre
band del panorama indipendente (Altro, Luminal, Nadar Solo, L’amo). Mentre per dicembre è prevista l’uscita della compilation A11
prodotta da Labella Studio (versione fisica e digitale) con il loro brano Idee #3.